Arrow
Arrow
Slider

logo item

 AIUTANO A COMUNICARE
Tutti hanno bisogno di comunicare: aziende, enti pubblici, liberi professionisti, studi associati, partiti politici, sindacati, agenzie formative, associazioni. Il problema è sempre lo stesso: come?

L’IDENTITA'
Il primo obiettivo della comunicazione è raccontare l’anima del prodotto/servizio/idea. Non si tratta evidentemente di una disputa teologica, ma dell’identità percepita del messaggio: il suo posizionamento.

IL POSIZIONAMENTO
In comunicazione questo termine significa “lo spazio mentale che un prodotto/servizio (o un partito) occupa nella mente del consumatore”.
Individuare questo spazio è la prima regola per definire una strategia di comunicazione efficace e per metterla in pratica.

LA STRATEGIA
Ma chi è il prodotto/servizio che ha bisogno di comunicare, quanti anni ha, quali sono i suoi obiettivi? E il target?
Le Lance Libere, dietro equo compenso, rispondono a queste domande, propongono le soluzioni migliori e la rete di competenze (o compagnia di ventura che dir si voglia) in grado di realizzarle.

GLI STRUMENTI
Nel 2011 l’unico vantaggio (certo) è che di strumenti per comunicare ce n’è in abbondanza. Il problema è quale (o quali) scegliere e in che modo usarlo(i).

- WEB
Ad esempio: su Internet si può fare un sito classico, magari con qualche animazione in flash oppure un blog, pubblicità tradizionale o interattiva, un videogioco, e-learning, una campagna di video virali su YouTube. Si può aprire una pagina su Facebook, su Twitter o sul social network più affine alle nostre mire.

- RESTO DEL MONDO
L’unità di misura tradizionale della comunicazione pubblicitaria sono gli spot, gli annunci e le affissioni: tv, radio, manifesti.
Ora però le tecniche di marketing virale consentono campagne che fanno del prodotto/servizio il protagonista di un passaparola tra i potenziali clienti/utenti, che sfrutta la strada, le relazioni e i mezzi di comunicazione di massa come amplificatore.

Alcuni prodotti/servizi invece hanno bisogno di approfondimento, i 30 secondi dello spot, un 6x3 in tangenziale, o la mezza pagina sul giornale non bastano. Eventi, produzioni editoriali, video?
Dipende.

fbtwitteryoutubelinkedin

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.